5 COSE da NON DIRE MAI se vuoi riconquistare la tua Ex

5 COSE da NON DIRE MAI se vuoi riconquistare la tua Ex

Riconquistare Una Ex | 0 commenti

Le cose che devi tenere bene a mente affinché tu possa avere delle opportunità concrete di riconquistarla.

Guarda Il Video

Link al Video: https://youtu.be/bmspeHNFxZ8

Trascrizione del video

Cinque cose da non dire mai alla tua ex se le tue intenzioni sono quelle di riconquistarla.

In questo video andremo a vedere i 5 punti fondamentali che devi tenere bene a mente affinché tu possa avere delle opportunità concrete di riconquistarla.

Intanto se non mi conosci io sono Teo e aiuto gli uomini nel loro difficile percorso di riconquista.

La Stronzata #1 che non devi fare è quella di chiedere una seconda opportunità.

Abbiamo già visto in passato un video legato a questo argomento e in quel video dicevo proprio che se lei ti concede una seconda opportunità lei andrà alla ricerca della conferma delle sue idee. Non andrà a screditare le sue idee, ma andrà semplicemente a trovare tutte quelle motivazioni a favore di quello che già lei precedentemente pensava.

Quindi puoi fare dieci azioni positive per farne una negativa dove lei si appellerà.

La Stronzata #2 che dovresti evitare è quella di confessare i tuoi sentimenti alla tua ex dicendole quanto la ami, quanto la desideri, quanto ti sta simpatica e quanto te la tromberesti. Bene, questa cosa qua è assolutamente da evitare perché manifesta una vulnerabilità che nel concreto non ti consiglio di avere. 

L’uomo vulnerabile è seducente, ma è vulnerabile quando l’altra persona se lo merita.

Se la tua ex ti ha lasciato in questo momento è inutile mostrare le proprie vulnerabilità. Inoltre attraverso a queste diciamo frasi che si possono dire, tipo:

“Ti amo.”

“Sei l’amore della mia vita.”

“Torniamo insieme.”

Con tutta questa retorica poetica del cazzo non si va a ottenere nessun tipo di risultato perché c’è poi un rapporto di sudditanza.

Ricordati che è l’insicurezza che seduce e non la sicurezza. Questa cosa secondo me potrebbe tornarti utile, anche più avanti durante il rapporto: saper bilanciare bene sicurezza e in sicurezza, fondamentale.

La Stronzata #3 che non ti puoi assolutamente permettere nel momento in cui vuoi riconquistare la tua ex è cercare di far leva sui sensi di colpa e sulla pietà. Dirle:

“Sono distrutto.”

“Mi hai ucciso.”

“Sono devastato.”

“Ho bisogno di te.”

“Non vivo senza di te.”

e stronzate di questo genere, sono degli errori fatali.

Ok che non compromettono la riconquista a prescindere, ma sono degli errori che ti fanno fare dieci passi indietro. Recuperare poi sarà una gran fatica… 

Ragionaci, ma tu davvero vuoi stare con una persona che torna insieme a te perché si sente in colpa? Perché hai fatto pietà o perché lei dice:

“Cazzo chissà che cosa sta per fare questo… dai fammelo un attimo tranquillizzare.”

Cioè, cazzo! Un po’ di amor proprio, un po’ di grinta, un po’ di energia mascolina.

Serve tutto questo, serve ed è fondamentale quindi anche se ti stai trascinando, anche se te stai piangendo, se ti stai corrugando dal dolore dalla mattina alla sera, bene. Sfoga tutta quella cosa lì: vai da tua madre, tuo cugino, tuo fratello, comprati un cane (molto terapeutico), vai in terapia o comincia il Sistema con me, compra l’ebook, fai qualsiasi altra cosa tranne effettivamente manifestare a lei il fatto che sei devastato. 

Dirle che sei spiazzato da questa cosa, dirle che ti ha giustamente messo in crisi questa sua decisione perché tu devi un attimo raccapezzarti perché ti devi abituare a un nuovo equilibrio? È ok. Ci può stare!

Chiaramente dipende dal contesto. Per carità!

Dirle che sei distrutto e che la tua vita dipende da lei e tu c’hai il cuore a pezzi e tu non riuscirai mai a respirare un’altra boccata di ossigeno se lei non arriva e non ti concede la grazia. Questa cosa, cazzo, evitala grazie

La Stronzata #4, collegata in realtà alla #3, è:

“Io ti odio!”

“Sei una persona meschina! Sei una persona brutta, cattiva, ecc…”

“Mi hai fatto una cattiveria! Mi hai fatto questo, mi hai fatto quell’altro.”

Insomma: insultare, denigrare, cercare di abbassare in realtà l’autostima dell’altra persona per, inevitabilmente, cercare di sollevare la propria. Si vuole vivere in un ruolo da vittima quando succedono queste cose. 

Anche qua, non è un ottima scelta. Per il semplice motivo che nel momento in cui tu la insulti a morte (che eticamente parlando lascia il tempo che trova) ti giochi magari quella persona per un po’ di tempo. Fai sì che arrivino blocchi, contro blocchi, fai sì che non possa più telefonare, ne chiamare, ne scrivere un cazzo di messaggio.
Non puoi più fare niente. 

Quindi è deleterio, visto che dobbiamo lavorare su più fronti a livello di riconquista, ma tolta questa faccenda anche sta cosa di questo odio, di questa ira funesta che potresti sfogare nei suoi confronti in realtà si perde nel niente, perché poi dopo che cosa accade? Te stai pure peggio. 

E oltre a questo covi delle aspettative e magari dici:

“Aspetta. Non ha funzionato con le buone. Magari funziona con le cattive.” 

Quindi cominci ad insultarla come se non ci fosse un domani.

Sei patetico se lo fai nel concreto. Non porti nessun cazzo di risultato a casa e non fai  altro che scavarti la fossa da solo, quindi evita cortesemente di insultare la tua ex ed evita di attribuire a lei i tuoi mali.

Perché ATTENZIONE: non è lei che ti ha fatto delle cattiverie, ma sei tu che ti sei sentito in un determinato modo in relazione alle sue azioni, quindi lei non è cattiva o buona, ha prescindere, non ci frega un cazzo di questo. 

Lei fa delle azioni. È libera di fare quelle determinate azioni più o meno etiche, più o meno morali, non ci interessa, ma è il come tu se responsivo a quelle cose che fa che fa la differenza.  

Tu concentrati sull’andare a ridefinire le cose: non è lei che ti ha fatto una cattiveria quindi tu la devi odiare, ma sei tu che hai percepito quella cosa in maniera cattiva. Attenzione. 

La Stronzata #5 che dovresti cercare di evitare per quanto possibile (poi magari stai vedendo questo video a distanza di 20 mesi e già li hai fatte tutte, ma vabbè) è:

“Non parlarmi mai più!”

“Non cercarmi mai più!”

“Eliminami dalla tua vita!”

“Non ci pensare mai più!”

“Addirittura se ti vedo per strada cambio strada, cambio quartiere, via, città, vado su un altro pianeta. Su Marte recentemente hanno scoperto l’acqua e ho già comprato il biglietto per il lotto edificabile.” 

Qual è il punto?

Se tu effettivamente chiudi i ponti con l’altra persona in un momento di rabbia, di ira, in un momento di uno stato emotivo alterato, è chiaro che un domani, quando magari sarò rinsavito, quando avrò fatto il mio processo di riabilitazione emotiva ecc, allora potenzialmente io non avrò più ponti da poter percorrere ad entrare in comunicazione con lei, cosa ovviamente che non aiuta alla riconquista.

Quindi evitiamo assolutamente di tagliare i ponti con con la nostra ex. Perché se noi tagliamo tutti questi ponti allora di base eliminiamo poi gran parte del lavoro che in realtà uno dovrebbe fare in un secondo momento. Evitiamo anche di bloccare l’altra persona, evitiamo di mettere delle barriere inutili. Perché poi cosa accade? La blocchi, arriva il momento di scrivere e la sblocchi? No, non funziona così.

Mi raccomando, evita assolutamente di fare questi cinque errori. 

Piccola parentesi: se tu hai notato questi cinque errori sono frutto di uno stato emotivo assolutamente alterato. Di uno stato emotivo molto accentuato dove c’è pochissima razionalità. 

Ora tutti noi possiamo fare i leoni da tastiera. Ce ne sono molti anche sotto i miei video che dicono:

“Ma che cazzo te ne frega?”

Eeeh frega. Frega tanto!

Soprattutto nel momento in cui quella determinata persona, con quella determinata dinamica che si crea, vanno a suscitare dentro di te un altissimo responso emotivo. 

Quindi se tu sei particolarmente emotivo, va da sé che sei poco lucido, poco razionale e quindi agisce d’impulso nei confronti dell’altra persona e questo non è mai sicuramente un’ottima soluzione. 

Quello che ti consiglio è: prendi tempo.

“Prendiamoci del tempo, distacchiamoci un attimo”

Distaccati e oltre a questo, mi raccomando, se devi dire e fare cose, fallo quando ti sarai leccato le ferite. Fallo quando sei tranquillo. Fallo quando c’hai la testa sulle spalle e fallo quando ti senti ok nel fare quella cosa, senza avere paura di tutte le ripercussioni che ci potrebbero essere, mi raccomando.

– Teo

Scopri le Basi del Sistema La Amo Ancora

Guarda il Video Gratis di 60 minuti dove scoprirai come ho aiutato più di 5000 persone nella tua stessa situazione a Riconquistare la loro Ex.

Teo Savin Creatore del Sistema La Amo Ancora

Per qualsiasi domanda sull’articolo, lasciami un commento qui sotto!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *